L’accesso all’Altro Mondo nella tradizione sciamanica, nel folklore e nelle “abduction”

7 Jan

A X I S m u n d i

(immagine: Hieronymus Bosch, “Ascent of the Blessed”).


In un articolo precedentemente pubblicato sul sito [1] abbiamo analizzato il fenomeno, assai diffuso nel folklore europeo, dei rapimenti da parte dei Fairies di neonati e nutrici. Avevamo già notato di sfuggita come molti elementi presentassero delle singolari corrispondenze con un fenomeno altrettanto misterioso ma molto più recente, le cosiddette abduction aliene [2], e con i resoconti sciamanici di varia provenienza.

In questa sede analizzeremo il tema dell’ingresso nell’«Altro Mondo», mettendo in luce i parallelismi esistenti fra i tre fenomeni ora menzionati. Il discorso si svilupperà su due binari: quello dell’accesso vero e proprio, spesso rappresentato come un “foro”, un “tunnel” o un “portale” temporaneo nel quale bisogna accedere con il massimo tempismo e senza esitazione, e quello dei “mondi” a cui tale accesso conduce. Questi ultimi, sebbene piuttosto vari (grotte sotterranee, abissi marini o lacustri, spazio cosmico) presentano tutti la caratteristica…

View original post 3,791 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: